Il conducente dell’auto che questa mattina ha travolto un gruppo di ciclisti uccidendone sette e ferendone tre, guidava sotto l’effetto degli stupefacenti ed era senza patente.

L’incidente è avvenuto stamani al km 372 della statale 18 a Sant’Eufemia di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. Due dei ciclisti rimasti feriti sono stati ricoverati d’urgenza in gravissime condizioni al Giovanni Paolo II di Lamezia. Feriti anche il conducente della Mercedes, un cittadino marocchino che viaggiava in direzione nord, e  il bambino che si trovava a bordo. L’uomo guidava sotto l’effetto di stupefacenti ed era senza patente. Sette mesi fa infatti gli era stata ritirata a causa di un sorpasso azzardato. Secondo una prima ricostruzione l’uomo stava sorpassando un’altra auto. Rientrando nella propria corsia ha travolto il gruppo di ciclisti, perdendo poi il controllo dell’auto e finendo così fuori strada.

“Quello che abbiamo trovato arrivando qui stamattina è stato uno scenario impressionante. Indescrivibile. Nemmeno una bomba avrebbe potuto provocare qualcosa del genere”. A parlare è Silvio Rocca, uno dei primi soccorritori della Croce bianca accorsi sul luogo dell’incidente. “Ci avevano allertato – ha aggiunto Rocca – per un incidente in cui, secondo le prime notizie, era coinvolto un solo ciclista. Giunti sul posto, però, abbiamo visto che si trattava di una strage. Tutte persone che conoscevamo personalmente e quindi il colpo è stato ancora più doloroso. Abbiamo allertato gli altri soccorsi e l’elicottero. Qualcosa di veramente sconvolgente”.

L’Anas comunica che  la strada statale 18 ‘Tirrena inferiore’, luogo dell’incidente, è stata chiusa al traffico. Al momento il traffico viene deviato in entrambe le direzioni sulla viabilità comunale. Le informazioni agli automobilisti sulla viabilità e sul traffico sono assicurate attraverso le emittenti radio-televisive, il sito www.stradeanas.it e il numero pronto Anas 841148.

Il marocchino, le cui condizioni non destano preoccupazione, è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo plurimo aggravato dalla guida in stato di alterazione da sostanze stupefacenti. L’uomo è risultato positivo al test della cannabis. L’arresto è stato eseguito dai vigili urbani insieme ai carabinieri dopo che l’uomo è stato sottoposto alle cure nell’ospedale di Lamezia Terme per le ferite riportate nell’incidente.