Dieci ragazze per Houellebecq possono bastare. Cos’altro poteva inventarsi il più provocatorio e geniale romanziere del secolo? Un video dove fa sesso con una (o più?) prostitute olandesi. Il trailer del filmino hard è finito online e subito fan, mondo letterario, semplice massa di curiosi globali, è impazzito. Il 66enne autore francese, a poco più di un anno dall’ultimo romanzo Annientare (in Italia pubblicato da La Nave di Teseo) è così diventato interprete assoluto di un cortometraggio, a quanto pare vietato ai minori di 18 anni, che l’11 marzo 2023 verrà presentato in anteprima al Betty Asfalt di Amsterdam e poi finirà online sul sito del collettivo di artisti olandese Kirac.

Si tratta infatti dell’episodio numero 27 ideato e diretto da questo gruppo di artisti che negli anni si sono dilettati in un curiose e sperimentali provocazioni video, tutte rintracciabili sul loro sito a pagamento. L’episodio con protagonista Michel Houellebecq è nato, proprio come spiega la voce narrante di uno dei ragazzi del Kirac dopo uno scambio di mail tra il romanziere e l’amico artista olandese del Kirac. E proprio come in un romanzo dell’autore francese l’artista olandese lamenta scarso entusiasmo nientemeno che di fronte alla nascita del suo secondo figlio, abbondantemente filmata a quanto pare senza troppi filtri; a quel punto Houellebecq replica all’amico raccontandogli che ha appena annullato un viaggio organizzato in Marocco da sua moglie, Qianyum Lysis. La signora Houellebecq aveva infatti previsto un boudoir per il marito con tante prostitute marocchine, ma non si sa bene qui ha consigliato a Houellebecq di rimanersene a Parigi perché avrebbe rischiato la vita dopo le minacce di diversi terroristi islamici.

L’artista olandese, allora, capisce l’antifona e non si fa sfuggire l’invito nei “paesi diversamente verticali” (cit.): “Michel vieni qui ad Amsterdam, ti pago l’albergo e il viaggio, oltre al fatto che conosco parecchie prostitute che vorrebbero fare sesso con te“. Unico obbligo: Kirac filmerà tutto e lo mostrerà online. Houellebecq risponde presente e il video hard prende vita. Nel trailer del resto vediamo lo scrittore, peraltro in discreta forma fisica nonostante la solita incontrastata magrezza, avvinghiarsi mezzo nudo con una bella ragazza bionda, con tanto di bacio appassionato in bocca sul letto dell’albergo. Il lancio finisce lì. Il resto lo vedremo dall’11 marzo. E per chi ha già sottolineato che l’operazione in sé ricorda i video porno di Andrea Dipré, basterebbe ricordare che Dipré non ha scritto né Piattaforma né La carta e il territorio e nemmeno Sottomissione (tra gli altri).

Articolo Precedente

Razzie Awards, la nomina di una 12enne come peggior attrice scatena le polemiche: Hollywood insorge e si cambia il regolamento

next
Articolo Successivo

Anton Cechov, l’ultimo film di René Féret è cinema libero da mode e convenzioni

next