Non si può dire che al Grande Fratello Vip regni sovrana la calma. Per altro, i litigi nascono improvvisamente e in situazioni del tutto usuali, come per esempio fare la spesa. Come racconta TvBlog, alcuni inquilini sono riuniti per decidere cosa comprare.

Ecco che poco a poco monta la tensione. Wilma Goich suggerisce di tenere conto anche di allergie e intolleranze. Attilio Romita dice: “Siccome vi ho sentiti perché stavo là per ascoltare… Siete surreali quando fate la spesa”. Un’affermazione grave? Per Charlie Gnocchi sì: “Allora vieni te. Vieni tu! E allora taci. Ma siamo surreali, cosa vuol dire, siamo surreali? È un’offesa. Ma dai, ma falla tu invece. Surreale è un’offesa, noi non siamo surreali”. A quel punto il giornalista dice a Gnocchi che forse non ha ben chiaro il significato della parola e il fratello del comico Gene ruggisce: “Io lo conosco, perché io ho studiato il surrealismo di André Breton. È un movimento artistico e tu hai detto una cazzat*. Vuoi fare l’intellettuale e sei una merd* vivente. Ma vaffancul* che è meglio”.

Articolo Precedente

Anthony Delon chiarisce: “Mio padre vuole l’eutanasia per non soffrire ma non vuole che sia ora”

next
Articolo Successivo

Negramaro, Giuliano Sangiorgi: “Vedere un bimbo che muore in mare mi fa stare male e credo che anche Salvini si lancerebbe per salvarlo” – Via al tour nei teatri e scaletta

next