I manifestanti in corteo per il clima intonano insulti all’indirizzo della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “Noi facciamo nomi e cognomi vaffanculo Giorgia Meloni”, ma non solo slogan, anche un vero e proprio discorso politico da parte dei giovani manifestanti che hanno criticato apertamente la leader di Fratelli d’Italia e il futuro probabile governo: “Siamo di fronte a una crisi climatica senza precedenti, alla luce di questa ormai innegabile realtà, Giorgia Meloni critica i vincoli del green deal, definendoli troppo stringenti per le aziende italiane”. Ma non solo, critiche anche sul fronte dei diritti: “Dietro alle figura di madre, di donna e cristiana c’è una politica che lotta contro qualsiasi tutela che possa essere riconosciuta alle categorie sociali più vulnerabili. Non possiamo accettare che questi luridi fascisti siano a capo di un nostro governo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Campagna elettorale: assente l’ambiente. I politici di prima erano più sensibili?

next
Articolo Successivo

Sciopero globale clima, migliaia di giovani ai cortei nelle città di tutta Italia. I video da Milano, Venezia e Napoli

next