L’amore, secondo Eros Ramazzotti, nel 2022 dovrebbe avere una missione: essere liberi di amare chi si vuole, senza limiti né barriere. Questo pensiero è racchiuso tutto in “Battito Infinito”, il nuovo album del cantautore che esce a quattro anni di distanza dal precedente “Vita ce n’è”. In mezzo è successo di tutto, sia dal punto di vista professionale che privato. Da un lato la fine della storia d’amore con Marica Pellegrinelli, poi la ritrovata sintonia con l’ex Michelle Hunziker. La figlia Aurora Ramazzotti che è incinta da poco, come rivelato dal settimanale Chi, ma manca ancora l’annuncio ufficiale, fino all’arrivo di un disco che conferma lo stile inconfondibile di Eros con un tocco di contemporaneità, già dimostrata nei singoli “Ama” e “Sono” con Alejandro Sanz. Altro duetto presente nella tracklist di “Battito Infinito” è quello con Jovanotti, su “Figli della terra”. Ramazzotti ha voluto presentare ai suoi fan e alla stampa musicale sia le nuove canzoni che il tour internazionale alla Plazas de Toros di Siviglia Real Maestranza. Un’occasione per riabbracciare il pubblico spagnolo che lo ha tanto amato, sin dall’inizio della sua carriera. Una serata calorosa per Eros che si è lanciato sul palco con tantissima voglia di cantare, dopo questi anni di pandemia in cui le attività live erano precluse. Il live, durato due ore abbondanti, è stato caratterizzato da ironia e autoironia dell’artista (“eh sono un vecchietto ormai, ma amo la musica come avessi vent’anni”). Assistere ad un concerto di Eros è come andare in una trattoria con gli amici e cantare allegramente, con spensieratezza. In “Dove c’è musica” Eros si accorge di avere la zip dei pantaloni aperta e ci scherza su, scende spesso in mezzo al pubblico per abbracciare le prime file e dispensa baci. Su “Solo con te” invita a salire sul palco una coppia, sposata da 25 anni, per una dedica speciale. “Non ho più vent’anni ma la musica mi piace ancora e penso che morirò sul palcoscenico perché la mia vita è la musica”, dice Eros tra le ovazioni del pubblico spagnolo. Una sequenza di brani perfetta con la presenza di hit storiche, spesso cantate metà in italiano e metà in spagnolo.

In scaletta non potevano mancare gli inediti del nuovo disco, già in apertura di show con “Battito Infinito”, “Ama”, “Sono”, “Magia” dedicata al figlio Gabrio Tullio e “Ogni volta che respiro”, composto dal maestro Ennio Morricone con la firma della penna raffinata di Mariella Nava. Sulle note del brano squisitamente ‘pop alla ‘Eros’ “Battito Infinito” che – dura oltre otto minuti – Aurora non è presente solo come co-autrice, ma compare anche in un video sul grande wall del palco. La figlia di Eros e Michelle Hunziker, naturalmente come da tradizione, era presente, con il compagno Goffredo, tra gli spettatori per applaudire il padre. A chiudere lo show una dietro l’altra arrivano pezzi da coro immediato come “Una storia importante”, “Adesso tu”, “Terra promessa”, “Fuoco nel fuoco”, “Un’altra te/ No Woman No Cry”, “Cose della vita”, “Favola”, “Musica è” e “Più bella cosa non c’è”. Una lezione – da professionista consumato quale è Ramazzotti, con 35 anni di carriera alle spalle- che molti artisti dovrebbero imparare: il live deve essere un karaoke per tutti. Interessante il palco che si compone a più livelli, rivestito di Led che si anima a tempo di musica con proiezioni 3d e giochi di prospettiva. Sospesi su più dimensioni, i musicisti.

Dopo Siviglia, il tour toccherà Agrigento (17-18 settembre alla Valle dei Templi, sold out), l’Arena di Verona (20 – 21 – 23 – 24 settembre, le ultime due sono sold out, Atene (27 settembre) e Caesarea (6-8 ottobre). Poi una pausa e il 30 ottobre si riparte da Los Angeles con tappe tra Nord-Centro-Sud America e il ritorno in Europa con 10 date italiane.

RAMAZZOTTI: “NEL MONDO PARLANO MALE DELL’ITALIA, NON MI STUPISCE”
Al termine del concerto, Ramazzotti ha raggiunto amici e conoscenti per un brindisi, in un locale vicino alla venue dello show. Con un piccolo microfono e nella postazione del dj, ha risposto a qualche domanda veloce, in una situazione sicuramente poco rilassata per poter chiacchierare approfonditamente, dopo quattro anni di assenza sulla musica. Esigenza necessaria davanti a un un progetto internazionale che unisce pubblicazione discografica e esperienza live, primo importante tassello della collaborazione tra Eros e Vertigo/Eventim. “In fondo quello che si è visto stasera era anche un po’ frutto dell’improvvisazione. – afferma con umiltà Eros – Era pur sempre una prima. Volevo riportare live il ritmo e la musica di questo disco perché quello che manca oggi è sentire suonare strumento. Non sono più un ventenne, ma mi piace ancora suonarla. È il compito di noi musicisti italiani quando andiamo in giro per il mondo, fare bene il nostro lavoro. So bene che si parla male del nostro Paese, non mi stupisce. Però l’unica cosa che possiamo fare è esportare la nostra musica, così tanto amata. L’importante è che ci sia una buona produzione italiana”. Sempre di musica si parla a proposito della sua grande amica Laura Pausini, che in tv in Spagna, ha evitato di intonare ‘Bella Ciao’ (divenuta popolarissima in quel Paese per la serie tv ‘La casa di carta’) per evitare strumentalizzazioni politiche a pochi giorni dalle elezioni italiane. “Penso che quella canzone non sia troppo politica. – spiega l’artista – Secondo me, Laura ha fatto bene a non cantarla in quel contesto perché non si può parlare di destra, sinistra o centro. Noi facciamo solo musica”. Il discorso si sposta poi sul disco e il coinvolgimento di Aurora nel brano ‘Battito Infinito’. Lo spunto nasce proprio da Eros stesso: “Gli ho proposto una idea. L’ha sviluppata. Aurora è sempre presente, i miei figli per me vengono al primo posto”.

LA SCALETTA DEL CONCERTO 1. Battito Infinito 2. Ama 3. Sono
4. Dove c’è musica 5. Quanto amore sei 6. Un’emozione per sempre 7. Più che puoi con Monica Hill 8. Stella gemella 9. Se bastasse 10. Ritornare a ballare 11. Madonna de Guadalupe 12. Magia 13. I belong to you 14. Solo con te 15. L’uragano Mery 16. Ogni volta che respiro 17. Una storia importante 18. Adesso tu 19. Terra promessa 20. Fuoco nel fuoco 21. Un’altra te/ No Woman No Cry 22. Cose della vita 23. Favola 24. Musica è 25. Più bella cosa non c’è