Carlo III e le “dita a salsiccia”. Passate le ore in cui si è cercato vanamente di capire le cause della morte di Elisabetta, ecco che ora i tabloid britannici si concentrano sulle mani rosse e gonfie del nuovo re. Non una novità, del resto. Ma visto l’andazzo della salute generale in casa Windsor c’è di che cominciare a ragionarci su. Intanto le dita reali, che ricordano tanto quelle di Boss Hogg di Hazzard, sono state immortalate da almeno una quindicina d’anni in diverse fotografie ufficiali. Ce n’è una in particolare, che in queste ore il DailyMail ha come affisso in home page a grandezza quasi naturale, e che risale al 2012. Carlo III in completo grigio chiaro che tiene unite la sacre manine a metà busto con l’anello nel mignolo sinistro che quasi salta per la pressione del gonfiore del dito. Ovviamente, l’eccezionalità di questa condizione di salute ha attivato parecchi campanelli d’allarme. Il DailyStar ha chiesto parere al dottor Gareth Nye che ha subito sentenziato due possibili cause. La prima è un edema: “Una condizione in cui il corpo inizia a trattenere i liquidi negli arti, normalmente gambe e caviglie, ma anche nelle dita, il che le fa gonfiare”, ha spiegato Nye. “Per verificare se questa è la reale causa, al re basterebbe premere l’area gonfia per circa 15 secondi e valutare il possibile avvallamento dell’area”. Il disturbo, tra l’altro, è molto più frequente nelle donne che negli uomini, soprattutto tra gli anziani, e ancora di più se rimangono spesso a sedere. Chi segue le cronache reali ricorda invece che Carlo III è stato ritratto molte volte con mani e piedi gonfi, in particolare dopo lunghi periodi trascorsi in volo o in viaggio in paesi caldi. Oltre all’edema esiste un’altra causa possibile per le dita a salsiccia. Si tratta dell’artrite. “Un’altra condizione comune negli over sessanta. Spesso colpisce tre aree principali della mano: l’articolazione del pollice o entrambe le articolazioni delle dita”, ha continuato Nye. “Le dita di solito diventano rigide, doloranti e gonfie e sebbene i farmaci possano alleviare il dolore, il gonfiore può rimanere”. Altre cause possibili (anche se quel gonfiore ricorre da oltre un decennio, quindi non ha cause temporanee): una dieta ricca troppo ricca di sale o farmaci specifici per combattere la pressione alta. Dita gonfie sì, ma in grado comunque di muoversi e flettersi senza grossi problemi. Si veda anche il gesto di stizza sulla reale scrivania in diretta mondiale, quando le dita a salsiccia hanno scacciato in malo modo il calamaio altrettanto reale.

Articolo Precedente

Nicola Savino, lascia Mediaset e ricomincia su Tv8 con 100% Italia: “Amo molto quando interagisco con persone della terza età, è quasi una mia perversione”

next
Articolo Successivo

‘The Walking Dead’, Norman Reedus: “Sono volato fuori dal finestrino dell’auto, colpito in testa e ho avuto una commozione cerebrale sul set”

next