Un caso di febbre Dengue è stato riscontrato in un bambino rientrato da Cuba la settimana scorsa. Il piccolo paziente è ricoverato in isolamento all’ospedale San Donato di Arezzo. Le sue condizioni non destano preoccupazioni. Il bambino ha manifestato i primi sintomi dopo tre giorni dal rientro. Portato in ospedale ad Arezzo dai familiari, i sanitari gli hanno riscontrato il virus di Dengue, tipico dei Paesi tropicali e subtropicali. Il paziente è stato messo subito in isolamento e sono stati attivati tutti i protocolli di prevenzione, tra cui anche la disinfestazione delle zanzare dell’area intorno all’ospedale. La scorsa settimana due casi erano stati segnalati a Trento, nella zona di Cognola in persone rientrate da un viaggio in un Paese del sud est asiatico. A metà luglio due casi di Dengue erano stati registrato anche nel Pisano.

Come riporta il sito dell’Istituto superiore di sanità si origine virale, la Dengue è causata da quattro virus molto simili (Den-1, Den-2, Den-3 e Den-4) ed è trasmessa agli esseri umani dalle punture di zanzare che hanno, a loro volta, punto una persona infetta. Non si ha quindi contagio diretto tra esseri umani, anche se l’uomo è il principale ospite del virus. Il virus circola nel sangue della persona infetta per 2-7 giorni, e in questo periodo la zanzara può prelevarlo e trasmetterlo ad altri. “Normalmente la malattia dà luogo a febbre nell’arco di 5-6 giorni dalla puntura di zanzara, con temperature anche molto elevate. La febbre è accompagnata da mal di testa acuti, dolori attorno e dietro agli occhi, forti dolori muscolari e alle articolazioni, nausea e vomito, irritazioni della pelle che possono apparire sulla maggior parte del corpo dopo 3-4 giorni dall’insorgenza della febbre. I sintomi tipici sono spesso assenti nei bambini. La diagnosi è normalmente effettuata in base ai sintomi, ma può essere più accurata con la ricerca del virus o di anticorpi specifici in campioni di sangue”.

FOTO DI ARCHIVIO

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ryanair, il ceo Michael O’Leary dichiara finita la stagione dei voli da 0,99 a 9,99 euro: “Non si vedranno per anni, colpa del caro energia”

next
Articolo Successivo

Turiste violentate a Bari, l’aggressore ha agito “con modalità spregiudicate e criminali, che sembrano ispirate al film Arancia meccanica”

next