Si è “sposato” con una femmina di alligatore seguendo un antico cerimoniale indigeno che vede in quest’unione un rituale propiziatorio. Siamo in Messico, nella cittadina di Oaxaca: protagonista della vicenda è il neo-sindaco Victor Hugo Sosa, fresco di “matrimonio” con un alligatore femmina. Secondo l’antichissimo rito arcaico preispanico delle tribù indigene locali Chontal e Huave, infatti, così facendo si sancisce un’alleanza benevola per propiziare pioggia, acqua e pesce in abbondanza. Ogni anno, da secoli, una femmina della tribù Chontal si unisce così al “principe” (oggi il sindaco) della tribù rivale: per l’occasione, la sposa/alligatrice è stata anche vestita di bianco e lo sposo ha dovuto baciarla con in sottofondo i cori festanti dei presenti che, mentre sfilava per le vie della zona tenendo in braccio la “consorte”, lo incitavano urlando “bacio! Bacio!”. Oaxaca è probabilmente la cittadina messicana più ricca di cultura indigena, dove ancora oggi sono sopravvissute diverse tribù arcaiche che hanno mantenuto e perpetrano intatte le loro antichissime tradizioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Allarme lumache giganti in Florida, un’intera città in quarantena: “Grandi come un topo, trasmettono un parassita che può causare meningite”

next
Articolo Successivo

Due turiste uccise da uno squalo nel Mar Rosso, ecco perché le ha attaccate: “L’animale scambia i bagnanti per foche”

next