Marta Kauffman, co-creatrice insieme a David Crane della fortunata serie “Friends” e, co-creatrice di Grace and Frankie, la serie Netflix con Jane Fonda e Lily Tomlin ha fatto una donazione di 4 milioni di dollari alla sua università, la Brandeis University dell’area di Boston, per istituire una cattedra nel dipartimento di studi afroamericani e afroamericani della scuola. Il motivo? L’autrice, parlando a Los Angeles Times, ha spiegato di aver “imparato molto negli ultimi 20 anni”. Il riferimento è a Friends e alle varie accuse che sono state rivolte alla serie, considerata poco inclusiva e poco attenta alle diversità, tanto da aver “interiorizzato il razzismo sistemico”.

Un’accusa che Kauffman non ha inizialmente accettato ma che, all’indomani dell’omicidio di George Floyd nel 2020, ha cominciato a comprendere. “Ammettere e accettare la colpa non è facile. È doloroso guardarsi allo specchio”, ha detto ancora al giornale.

La cattedra sosterrà un illustre studioso, aiutandolo nello studio dei popoli e delle culture dell’Africa e della diaspora africana. Dall’annuncio, ha sottolineato Kauffman, “non ho ricevuto altro che amore” e “e-mail, messaggi e post di supporto”.

Già nel 2020, nel corso di un panel virtuale organizzato durante l’ATX Television Festival, la sceneggiatrice era ritornata sulla polemica sottolineando di non aver “fatto abbastanza per la diversità nello show.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Levante racconta il suo sogno “proibito”: “Volevo dirvi che la mia eterosessualità ha vacillato…”

next
Articolo Successivo

Riccione, Gessica Notaro torna ad addestrare i delfini al parco Oltremare

next