Giugno è il mese perfetto per gli amanti dell’astronomia e proprio sul finale offrirà un bellissimo spettacolo. Certo bisogna essere mattinieri per godere di una vista spettacolare alzando gli occhi al cielo. Nelle ore prima dell’alba si possono vedere cinque pianeti: Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno. Partendo da sud-est, il primo pianeta che appare è Saturno che si può osservare anche nel corso della notte. Lo “seguono” Giove e Marte mentre Mercurio e Venere fanno la loro comparsa nel cielo solo 1 ora e 40 minuti prima dell’alba. Una data speciale è proprio il 25 giugno, in cui, oltre a veder bene Mercurio, è possibile (con un binocolo) osservare anche Urano e Nettuno. Uno spettacolo di questo genere è sicuramente raro, basti pensare che l’ultima volta che questo fenomeno si è verificato risale al 2004 e nel futuro dovremo aspettare fino al 2040 per poterlo rivedere. Anche la Luna farà la sua comparsa e sarà vicina agli altri pianeti: la mattina del 26 giugno, infatti, il ‘nostro’ satellite si troverà allineato a Venere e alla costellazione delle Pleiadi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Ecco cosa mangio in un giorno”: attenzione agli ‘influencer della salute’ che spopolano su Tik Tok. La dietista: “Incommentabile”

next
Articolo Successivo

Arianna Meloni racconta la sorella Giorgia: “Da bambine incendiammo la casa involontariamente. Io dico che fu colpa sua, lei mia”

next