Sta facendo discutere la nuova funzione di Alexa, l’assistente vocale di Amazon. Con l’ultimo aggiornamento, può imitare e riprodurre le voci umane, anche quelle dei defunti. La novità è stata presentata alla conferenza Re:Mars di Amazon a Las Vegas da Rohit Prasad, vicepresidente senior e scienziato capo del team Alexa: “Tutto ciò che serve è meno di un minuto di audio registrato“, ha spiegato. Poi, in un video mostrato all’evento si vede un bambino che chiede: “Alexa, la nonna può finire di leggermi il Mago di Oz?”. L’assistente conferma quindi la richiesta con la voce robotica predefinita per poi passare a un tono più morbido e più umano, imitando quello del membro della famiglia del bambino. “La funzionalità è attualmente in fase di sviluppo”, ha sottolineato Prasad spiegando che ancora non è noto quando la funzione sarà disponibile al pubblico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maturità 2022, il nipote di Liliana Segre: “La traccia su mia nonna? La prof mi ha detto: ‘Hai visto chi c’è?’. L’ho iniziata, ma non me la sono sentita”

next
Articolo Successivo

Il principe Alberto di Monaco e Charlene insieme in Norvegia: il bacio sfuggente e teso non passa inosservato

next