Il gigante buono, che ha fatto sorridere il piccolo (e molto indisciplinato) Louis durante il concerto finale per il Giubileo di Platino per la regina Elisabetta II, ha tirato fuori il ko del rugbista. Mike Tindall, marito di Zara, la figlia della principessa Anna, non le avrebbe mandate a dire indicando Harry come una “testa di ca**o”. L’indiscrezione sarebbe circolata a seguito del commento espresso durante la breve visita dei Duchi del Sussex a Londra per festeggiare il lungo regno della sovrana. A conclusione della grande festa organizzata dalla BBC davanti a Buckingham Palace, sabato 4 Giugno, “c’è stata occasione per bere qualcosa tutti insieme e fare due chiacchiere” ha riferito Mike Tindall intervistato nel podcast “The Good, The Bad, and The Rugby” in quei giorni di inizio giugno.

Ecco, sarebbe stato proprio quello il momento in cui, complice forse qualche drink o semplicemente il clima più disteso rispetto alle tensioni accumulate nei giorni precedenti, l’ex rugbista si sarebbe lasciato andare al commento volgare. Mai abbassare la guardia se sei un membro della Royal Family perché l’insidia è sempre dietro l’angolo. Soprattutto se le tue quotazioni personali salgono troppo, così come è successo a Tindall proprio in occasione del giubileo quando, nella parata finale della domenica, seduto dietro a Kate e all’incontenibile Louis, ha mostrato tutta la simpatia bonaria di uno zio affettuoso nel tentativo di domare il piccolo ribelle. E, ancora, nei giorni a seguire, pubblicando foto simpatiche e sorridenti con la moglie Zara che hanno fatto il giro dei social.

Ecco, forse troppa popolarità ha portato qualcuno a decidere di spegnere gli entusiasmi in ascesa. L’indiscrezione resta anonima, ma a rafforzare l’idea che possa essere fondata su basi concrete, ragionano gli esperti di cose reali, ci sono due elementi. Il primo è il forte legame che c’è fra l’ex rugbista ed il duca di Cambridge. William, come noto, ha chiuso i ponti con il fratello e non lo ha incontrato nemmeno alla festa di compleanno della nipotina Lilibet, celebrata a Windsor in pieno giubileo. Sportività e magari un pò piaggeria lasciano immaginare che Mike abbia detto quelle parole per stare in linea con il futuro re e confermare quanto la Ditta, la Corona, non abbia nessuna intenzione di perdonare Harry e la moglie Meghan per la scelta di andarsene in America creando tanti imbarazzi alla monarchia. Ma ci sarebbe anche dell’altro e su questo sono stati gli esperti di linguaggio del corpo e di lettura dei labiali a scatenarsi in congetture ed analisi.

L’unico momento che ha visto insieme i Duchi del Sussex e Zara Phillips con il marito è il siparietto offerto alle telecamere ed al pubblico venerdì 3 giugno, all’uscita dalla cattedrale di St Paul, dopo la messa del Thanksgiving. Quella è stata l’unica occasione pubblica alla quale Harry e Meghan sono stati ammessi a partecipare, l’unica nella quale lei ha sfoggiato la sua esperienza di attrice, mentre lui non ha potuto nascondere il suo imbarazzo.

I fatti. Esattamente al momento dell’uscita dalla chiesa, Zara e Mike si sono attardati accanto al portone per salutare gli ospiti che passavano alla spicciolata. Quando è stato il turno di Meghan ed Harry, secondo gli esperti, le tensioni sarebbero state chiarissime. Zara si sarebbe intrattenuta con i due ed Harry le avrebbe anche rivolto un complimento sull’abito indossato: “Adoro il tuo vestito; non sapevo se saresti stata in blu, rosa o arancione”, le avrebbe detto. A quel punto è intervenuta Meghan che, rafforzando le parole del marito, avrebbe concluso con uno smagliante “stai benissimo”. Il tutto dopo aver banalmente parlato dell’auto che li aspettava per portali via, al più presto. Sì, perché, sempre secondo il parere degli esperti, se Meghan sarebbe apparsa rilassata e nel pieno della parte, Harry non avrebbe nascosto imbarazzo e disagio, non vedendo l’ora di arrivare subito alla Range Rover che li avrebbe riportati a Winsor, nel loro cottage.

E Mike che faceva in questo tripudio di banalità che dai reali inglesi proprio non ci si aspetta? Ecco, Mike si sarebbe tenuto a debita distanza dal gruppetto, cercando di intrattenersi con chiunque altro pur di non avere a che fare con i due ribelli. In passato non era mancata occasione, per l’ex rugbista, di ribadire quanto la Ditta avrebbe mal digerito la scelta dei Sussexes di andarsene in America. Nel settembre del 2021, in una intervista a “A Question of Sport Live” al London Palladium si era lasciato sfuggire che qualcuno nella famiglia reale avrebbe dato ben volentieri qualche pugno, ad Harry. Ma questa è acqua passata, ora si limitano semplicemente ad ignorali e a metterli in seconda fila.

L’ultimo commento volgare che sarebbe stato pronunciato a Buckingham Palace è già stato digerito dalla famiglia; Tindall, in compagnia della moglie Zara e dei suoceri (la principessa Anna ed il marito) ha già fatto la sua prima uscita pubblica al Royal Ascott, e se il linguaggio del corpo ancora vale un’analisi, è decisamente apparso felice e sorridente come sempre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caos TG1, il direttore del TG5 Clemente Mimun e la frecciata a Francesco Giorgino: “Notizie che mi rallegrano”

next