“Se mi riprendi abbastanza a lungo, vedrai molti tic. Quelli principali, che faccio costantemente, tutto il giorno, sono tipo muovere l’orecchio avanti e indietro, alzare il sopracciglio e schioccare la mascella. Questi movimenti non li noti se stiamo semplicemente conversando, ma per me sono molto estenuanti”. A dirlo è Billie Eilish che, in un’accorata intervista con David Letterman per il suo nuovo show “My Next Guest Needs No Introduction” in onda su Netflix, ha parlato apertamente della Sindrome di Tourette di cui soffre, una malattia neurologica ausata da un eccesso di dopamina nel cervello che rende a chi ne soffre difficile controllare il proprio corpo, causando così degli spasmi incontrollati. Apparentemente dei tic, appunto. “Di solito la gente reagisce ridendo, perché pensano che voglia essere divertente e che il tic sia uno scherzo – ha spiegato l’artista 20enne – e io ogni volta mi offendo terribilmente e poi spiego ‘ho la sindrome di Tourette’. Non è che questa cosa mi piaccia, ma ormai la sento come se fosse parte di me e siamo diventate amiche”.

Quindi Billie Eilish ha spiegato che la malattia ha iniziato a manifestarsi quando era solo una bambina e si è aggravata con il passare degli anni: per lei non è stato facile accettarla e imparare a conviverci ma oggi la affronta con grande consapevolezza. Per questo ha fatto sua la missione di sensibilizzare il pubblico sul tema: “Sono davvero contenta di poter parlare di questa cosa e di rispondere alle domande, perché è molto, molto interessante”, ha detto a Letterman. “Ci sono così tante persone che ne soffrono che non lo immaginereste mai. Un paio di artisti si sono fatti avanti e mi hanno detto ‘in realtà ho sempre avuto la sindrome di Tourette’, ma non ho intenzione di dire chi siano, perché loro stessi non vogliono parlarne”, ha concluso la cantante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Johnny Depp e il dito mozzato da Amber Heard, il chirurgo: “La sua versione non torna, ecco perché”

next
Articolo Successivo

LDA e il successo dopo Amici 21: segui la diretta con Claudia Rossi e Andrea Conti

next