Per due volte di fila alla Camera è mancato il numero legale sul voto di costituzionalità del decreto Ucraina bis. Come denuncia un video di Alternativa, i banchi erano semivuoti e in Aula, durante la seconda votazione, si può notare anche chi corre da una parte all’altra.

A mancare sono stati soprattutto i membri della maggioranza: il voto è così slittato a martedì. “Entrò giovedì approveremo il decreto, non abbiamo alcuna preoccupazione”, ha assicurato D’Incà.

Per le opposizioni quello che è accaduto a Montecitorio “ridicolo e vergognoso“. “È scandaloso – proseguono da Alternativa – che le forze politiche che appoggiano questo governo considerino l’aula di Montecitorio come un luogo dove bivaccare appena qualche giorno a settimana al solo scopo di percepire la diaria e si prendano la briga di allungarsi il fine settimana a piacimento ignorando le convocazioni del lunedì o imponendo nelle commissioni il taglio dei tempi per i dibattito, come è accaduto su questo stesso provvedimento lo scorso venerdì”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regionali Sicilia, Fava: “Musumeci non parli di Capaci, ha chiesto aiuto elettorale a Dell’Utri”. La replica: “Parolaio stucchevole, si vergogni”

next