Il 21 aprile siamo stati al Superstudio Più di Milano all’ On|Metaverse Summit, il primo evento italiano di stampo internazionale dedicato interamente ai mondi virtuali, organizzato da AnotheReality, azienda leader nello sviluppo di soluzioni immersive XR (Extended Reality) in collaborazione con Velvet Media. BTO Research, BID – Break in data e Skilla e-Learning solutions.

L’On|Metaverse Summit è stato un evento pregno di mini conferenze, panels e ospiti (italiani e internazionali) che ha spaziato lungo tutta la giornata e ha coperto le ingerenze che ha e avranno gli spazi virtuali in ogni ambito immaginabile, dal business all’e-learning, ma senza dimenticare applicazioni prettamente più operative, come l’addestramento in sicurezza di lavori particolarmente pericolosi e, ovviamente, il gaming.

Si parte già dalla mattina con gli stand che mettono in campo le ultime novità in ambito di realtà virtuale e i ragazzi di Weart non stanno certo temendo confronti in questo senso. Il TouchDIVER di Weart è proprio una di quelle innovazioni che ci aspettiamo dall’evoluzione della tecnologia della realtà virtuale: le sensazioni di temperatura, resistenza e textures delle superfici lasciano a bocca aperta durante la prova. Ci sono certamente ancora margini di miglioramento, ma è uno di quei device dalle potenzialità e, soprattutto, dalle applicazioni davvero infinite.

Si passa poi al gaming, con AK Esport e i loro simulatori di guida sempre più attenti ai dettagli. Non è una novità l’applicazione del VR a titoli come Assetto Corsa, ma abbiamo potuto assistere a come l’immersione sia sempre più convincente e coinvolgente.

Rimanendo in ambito di gaming si passa poi proprio ad AnotheReality con il loro Tennis League VR, un gioco in fase di sviluppo, ma già disponibile in demo early access, che risolve i problemi di spazio con un sistema di teletrasporto verso la pallina tramite la pressione di un tasto del pad. Anche qui si parla di un prodotto ancora abbastanza grezzo, ma dal potenziale evidente che sta raccogliendo degli ottimi feedback dalle prove.

Spostandoci dai videogiochi, restando con AnotheReality, abbiamo potuto testare con mano una delle già sopracitate applicazioni operative in campo lavorativo: Virtuademy ci proietta in scenari di riparazioni in alta quota grazie ai quali gli operai potranno esercitarsi in totale sicurezza tramite delle “quest” che li guideranno punto per punto durante le procedure assegnate.

Manca solo l’arte all’appello, ma all’On|Metaverse Summit c’è stato spazio anche per lei: Streamcolors proietta il motore grafico Unreal di Epic Games fuori dall’ambito de videogiochi per offrire al pubblico esperienze immersive tramite la riebolazione digitale 3D di foto e video, con anche vere e proprie stanze e installazioni che ormai stanno prendendo spazio in tutto il mondo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Addio alle password, c’è l’accordo tra i tre colossi tech. Ci aspetta una dorata prigione digitale?

next
Articolo Successivo

Lenovo rinnova la sua gamma di notebook da gaming. In arrivo i nuovi Legion 7 e 7i

next