Le persone negli edifici residenziali di Shanghai, in Cina, sbattono pentole e fanno rumore per protestare contro le misure di blocco della città dettate dal lockdown forzato a causa della diffusione del Covid. La maggior parte dei 25 milioni di residenti dell’hub finanziario è stata sottoposta a severe misure di soggiorno obbligato in casa dal 5 aprile, con molti malumori a causa di rigide restrizioni e mancanza di accesso al cibo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Boris Becker condannato a Londra: due anni e mezzo di carcere all’ex tennista per bancarotta fraudolenta

next