Un video diffuso lunedì 4 aprile – la cui autenticità è stata verificata dal New York Times – mostra alcuni militari ucraini sgozzare e giustiziare un gruppo di soldati russi catturati dopo un’imboscata. Nel filmato, che vi proponiamo oscurato, ci sono i militari di Mosca stesi a terra in pozze di sangue. Due di loro sono ancora vivi. A un certo punto uno dei soldati di Kiev spara alcuni colpi di mitra. Le vittime hanno il nastro bianco intorno al braccio che identifica le truppe di Vladimir Putin. Una di loro ha le mani legate dietro le schiena. L’esecuzione è avvenuta, secondo il quotidiano statunitense, il 30 di marzo a Dmytrivka, a poco più di dieci chilometri da Bucha, da dove, domenica scorsa, è stato girato il video con decine di civili ucraini uccisi e abbandonati lungo le strade. L’esercito ucraino avrebbe teso un’imboscata al gruppo di militari russi, che disponevano di un mezzo corrazzato, il BMD-2, un veicolo da combattimento di fanteria utilizzato dalle unità aviotrasportate russe.

Video Telegram

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Khashoggi, la Turchia sposta il processo a Riad: è solo l’ultimo sforzo di Erdogan per migliorare i rapporti con l’Arabia Saudita

next
Articolo Successivo

Ucraina, la guerra merita di essere condannata ma bisogna raccontarla tutta la storia

next