Anche a Milano migliaia di persone sono scese in strada in occasione della Giornata internazionale della donna. “Lanciamo un grido di sorellanza a chi sta resistendo nei luoghi del conflitto – hanno spiegato lungo il corteo le attiviste del collettivo transfemminista Non Una di Meno – chiediamo il disarmo immediato”. Il corteo si è snodato dal piazzale antistante la Stazione Centrale fino a piazza Duomo per dire no alla violenza, chiedere il rispetto delle donne e dei loro diritti ed esprimere solidarietà al popolo e alle donne ucraine che sono in guerra. Molti sono arrivati in piazza con le bandiere della pace e vestendo i colori della bandiera ucraina. Ad aprire il corteo un grande striscione contro la guerra ‘Stop the War

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marta Collot: “Io violentata e stalkerizzata, racconto la mia storia per lanciare un invito a chi subisce la sopraffazione: uniamoci”

next
Articolo Successivo

A sei anni dall’accordo con la Turchia contro i flussi, ecco la doppia morale Ue sui profughi

next