La lunga giornata d’incontri del Movimento 5 stelle, termina con un abbraccio tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo. Se l’obiettivo era sfuggire a telecamere e cronisti, questo in parte è fallito. Il co-fondatore e Garante del Movimento 5 stelle ha svolto una serie d’incontri, a Roma, nell’Hotel Parco dei Principi. Prima con l’avvocato Giannavei, poi con Luigi Di Maio ed infine con i capogruppo pentastellati Davide Crippa e Mariolina Castellone. Successivamente, Grillo si è trasferito nella sede del notaio Luca Amato, sempre nel quartiere Prati, dove ha incontrato prima Virginia Raggi e poi Conte.

Al termine dell’incontro un abbraccio tra il presidente (sospeso) del M5s ed il Garante ha sancito la pace ritrovata all’interno della galassia pentastellata. “Abbiamo fatto una riunione antibiotica per ripristinare il sistema immunitario del Movimento, quindi state tranquilli”, dice Grillo che però evita (per il momento) di rispondere alla domanda se Conte resti o meno il leader M5S.

Dopo poco Grillo dà appuntamento all’ex premier in un ristorante. All’uscita, è Conte il primo a fermarsi con i cronisti, annunciando l’intenzione del Movimento di presentare un’istanza di revoca dell’ordinanza del Tribunale di Napoli, che ha annullato la votazione che ha incoronato l’ex presidente del Consiglio leader dei 5 stelle e sancito l’entrata in vigore del nuovo Statuto. “Abbiamo esaminato tutti gli aspetti giuridici e siamo fiduciosi, avendo offerto al tribunale un nuovo documento, che potrà essere riconosciuta la piena validità delle delibere assembleari contestate – dice Conte – Rousseau? Noi la piattaforma ce l’abbiamo”. Quindi il leader sospeso conclude: “La mia leadership? Non è un tema politico, ma solo giudiziario”. A chiudere le dichiarazioni è Beppe Grillo, lasciando il ristorante: “Se la leadership 5 stelle è di Conte? Certamente, nessuno ha mai messo in dubbio questa cosa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Minacce e sputi al controllore per viaggiare senza pagare”: Borghezio imputato chiede l’immunità a Bruxelles. “Persecuzione giudiziaria”

next