Calci e schiaffi contro il gattino domestico, scaraventato da una parta all’altra della cucina tra le risa dei presenti. Il protagonista di questa triste vicenda è Kurt Zouma, difensore del West Ham. Come riportato dal Sun (che ha anche pubblicato i filmati) l’episodio risale al giorno dopo la vittoria del West Ham nel quarto turno di FA Cup, il 5 febbraio scorso, ed è avvenuto nella villa da 2.000.000 di sterline del 27enne difensore francese. Appena il filmato è diventato di dominio pubblico, l’ex calciatore del Chelsea si è trovato costretto a chiedere scusa: “Desidero scusarmi per le mie azioni. Non ci sono giustificazioni in per il mio comportamento, di cui mi pento sinceramente – ha dichiarato il giocatore in una nota -. Voglio inoltre dire che sono profondamente dispiaciuto per chiunque sia rimasto sconvolto dal video. Vorrei rassicurare tutti che i nostri due gatti stanno bene e in salute. Sono amati e coccolati dalla nostra famiglia al completo, questo comportamento è stato un incidente isolato che non si verificherà”.

Il West Ham United condanna senza riserve Kurt Zouma – ha fatto sapere in un comunicato la società, che in estate ha acquistato il giocatore per quasi 30 milioni di sterline -. Abbiamo parlato con Kurt e affronteremo la vicenda a livello interno, ma vogliamo che sia chiaro che in nessun modo giustifichiamo la crudeltà contro gli animali”. Intanto sul web si è sollevata un’ondata di indignazione, tanto che il calciatore ha disattivato i commenti sotto all’ultimo post su Instagram. Come se ciò servisse a qualcosa. Basta andare a leggere quelli sotto al post precedente per trovare una serie di emoticon che vomitano, letteralmente disgustate dalle immagini circolate sul web, diffuse dal fratello di Zouma su Snapchat.

“Disattivare i commenti non ti aiuterà”, “Vergognati” o “Ti meriteresti la galera”, sono le parole dei fan, delusi dal comportamento del loro beniamino. Proprio lui, che è anche ambasciatore di un’organizzazione benefica che raccoglie fondi per la protezione dei leoni. Migliaia di persone hanno firmato una petizione chiedendo che Kurt Zouma venga perseguito per crudeltà verso gli animali. Al momento, infatti, la polizia non ha aperto alcuna indagine nei suoi confronti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carla Signoris: “Al mio matrimonio con Maurizio Crozza c’erano più ex fidanzati ed ex fidanzate che parenti”

next
Articolo Successivo

Steven Brian Hutchinson, l’attivista M5S che ha partecipato ad “Matrimonio a priva vista”: si sposò con Sara Giacomini

next