“Cosa ci aspettiamo dal centro sinistra? Lealtà, velocità e concretezza. Avevamo promesso di fare nomi senza tessere di partito e lo abbiamo fatto. Io incontrerò tutti, ma da un mese da Conte e Letta arrivano solo no”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, entrando a Montecitorio dopo aver fatto colazione con Antonio Tajani. “Oggi incontrerò nuovamente tutti. Con Draghi ho parlato della situazione del caro bollette. Da italiano ribadisco che, qualora il presidente del Consiglio lasciasse il governo, ci troveremo in una situazione dove bisognerà trovare nuovi ministri e un nuovo premier, sarebbe un problema con tutti le crisi in atto – ha continuato -. Perché non c’è il nome della Casellati nella rosa? Perché lei è un’alta carica dello Stato e come Fico non ha bisogno di essere nella lista perché è candidabile senza la sponsorizzazione di Salvini. Con Casini non ho contatti, ma non direi mai di no a nessuno”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quirinale, Ronzulli (Forza Italia): “Casellati non è nella lista per rispetto”. “Incontro con il centro sinistra? Possibile”

next
Articolo Successivo

Quirinale, Bernini: “Non accetteremo altri veti. Chiediamo di avere l’onore e l’onere di fare la nostra candidatura”

next