Il nuovo decreto anti-Covid, che stabilisce il divieto di vendita di bibite, cibo e popcorn nei cinema, ha portato alla chiusura dei punti vendita all’interno dei cinema, tra cui quello di Torino, il multisala Reposi. Complice soprattutto la paura del contagio, Felice Reposi, titolare del cinema, racconta: “Quest’anno il ricavo dai biglietti è stato del 35-40% rispetto a Natale normale, come è stato il 2018 o il 2019. È passata l’idea che in una sala ci si contagi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Self-publishing: i ribelli di Youcanprint, la start up che nemmeno Amazon è riuscito a fermare

next
Articolo Successivo

Cinque novità letterarie particolari per continuare a viaggiare

next