Mascotte, palloncini, battage pubblicitario sui social ma anche tanti clienti per l’inaugurazione di Kebhouze, la catena di kebab di Gianluca Vacchi. Nella giornata di ieri 5 dicembre, l’imprenditore seguito da oltre 41 milioni di follower tra Instagram e TikTok ha inuaugrato il primo store a Milano in via Paolo Sarpi 53. Nelle due settimane successive apriranno altri store a Milano in Corso Buenos Aires 77 e Via Vigevano 41 oltre allo store di Roma all’interno del centro commerciale Euroma2 ed un altro ancora in zona Ostiense. Ma non è tutto: dopo questi primi 5 locali, il format è pronto a sbarcare in altre tre regioni sin dal primo trimestre del 2022, Piemonte, Sicilia e Liguria.

Per ringraziare i nuovi clienti, Kebhouze ha regalato a tutti una sorta di kit di sopravvivenza, brandizzato, con filtri, cartine, mentine e preservativi con la scritta “Proteggiti”. “Buonissima la prima, siete meravigliosi babies”, si legge sui profili social del locale che ha postato le immagini delle code fuori dal ristorante. Il menù, fa sapere il gruppo in una nota, “prevede kebab di pollo 100% italiano e una versione premium e inedita nel mondo del kebab: da Kebhouze sarà possibile ordinare anche il kebab di carne di black angus. Inoltre c’è una grande novità per vegetariani, vegani e non solo: Kebhouze ha siglato una partnership con Planted, azienda svizzera che nel nome della sostenibilità ambientale produce kebab 100% vegetale da proteine di piselli, che sarà disponibile in menù sin dall’apertura”. E ancora: “Oltre a essere servito nella classica piadina, da Kebhouze sarà possibile gustare la carne kebab nella versione Burger. Una sezione a parte è dedicata al pollo fritto, in versione nuggets, ‘chicken popcorn’ e vegan e alle patatine fritte e onion rings”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Luciana Littizzetto, la lettera al molestatore di Greta Beccaglia: “Non sei cattivo, sei un cretino. Se succedesse a tua figlia di divertiresti di meno”

next
Articolo Successivo

Maneskin, parla la nonna di Victoria: “Ha visto morire la sua mamma a 15 anni. Le è rimasta vicino fino alla fine, è stato terribile”

next