Tra gli ospiti di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno anche Beppe Menegatti, il marito 92enne della compianta Carla Fracci. In occasione dell’uscita del film ‘Carla’, in onda domenica 5 dicembre su Rai 1, Menegatti ha ricordato la sua amata moglie e ha raccontato com’è la vita adesso, senza di lei. “Ci sono dei momenti di grande solitudine. La sublime donna che mi ha lasciato solo ogni tanto mi appare e mi porta un po’ di consolazione ma non mi fa tornare quel sorriso che era la mia prerogativa”, ha esordito.

Allora la padrona di casa ha chiesto: “Cosa ti dice quando ti appare?” E lui ha risposto: “Quando mi appare mi dice una parola bellissima. Lei mi dice: ‘Abbi pazienza, ci rivedremo e dì a tutti gli amici che il mio amore per loro è intatto e che tante persone si rincontrano dopo aver fatto questo volo verso il cielo'”. Infine ha aggiunto: “Quando la rincontrerò le dirò che purtroppo ha lasciato un vuoto e che tanti amici hanno una specie di dolore che non riescono a cancellare”. “E il film su Carla, lo vedrà?“, ha inoltre domandato la conduttrice di Rai 1. “Sicuramente. Lo vedrò con varie persone e amici. Io sono molto anziano e lo vedrà con tante persone anziane tutte insieme perché il film è molto vitale e carino. Fa onore alla maniera di fare spettacolo in Italia”, ha concluso il regista teatrale legato a Carla Fracci dal 1964 fino al 27 maggio 2021, giorno in cui è scomparsa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Max Biaggi esce allo scoperto, la prima foto social con la nuova fiamma: ecco chi è lei

next
Articolo Successivo

Oggi è un altro giorno, Valerio Scanu ricorda il papà morto di Covid: “Mi ha devastato. Mi convincevo che sarebbe guarito”

next