“La riunione dei paesi del G7 sulla variante Omicron ha riconfermato la centralità delle campagne di vaccinazione in ogni paese del mondo e dobbiamo impegnarci sempre di più per far arrivare dosi nei paesi più fragili”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, in un videomessaggio dopo il G7 dei ministri della Salute. “Oltre alle dosi dobbiamo impegnarci per aiutarli sul piano logistico e organizzativo”, ha aggiunto. Intervenendo alla riunione, Speranza ha sottolineato “l’urgenza” di vaccinare la popolazione dei paesi fragili, “supportando” appunto “concretamente” chi non ha “servizi sanitari strutturati e capillari come i nostri”. “Occorre essere certi che i vaccini donati vengano effettivamente somministrati e nei Paesi più fragili per farlo ci sarà bisogno del ruolo di coordinamento di Onu e Oms”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino anti-Covid, Figliuolo alle Regioni: “Dall’1 al 12 dicembre fare 400mila dosi al giorno”. È il 40% in più dell’ultima settimana

next
Articolo Successivo

La vicequestore No Green pass di Roma Nunzia Schilirò positiva al Covid: “Riprenderò la mia battaglia”

next