Greta Beccaglia è stata molestata mentre stava facendo il suo lavoro da cronista fuori dallo stadio Carlo Castellani, lo scorso 27 novembre. Nei video postati in rete si vede un uomo che si avvicina e palpeggia il sedere della giornalista. Poi il tifoso, che è stato identificato dagli agenti della polizia di Empoli insieme a quelli della Digos di Firenze e che rischia un’accusa di violenza sessuale, è scappato. Solidarietà per Greta Beccaglia da molti colleghi: “Nella giornata in cui si ricordano le violenze sulle donne, voglio esprimere la mia solidarietà alla giornalista che è stata vittima di gesti intollerabili e riprovevoli. Ci siamo stancate tutte e tutti. Basta alla violenza sulle donne”, le parole di Diletta Leotta dette al San Paolo. La giornalista di Dazn si riferisce al fatto che tutti i giocatori sono scesi in campo con un segno rosso sul viso: così la Lega di Serie A ha voluto rinnovare l’adesione alla campagna #unrossoallaviolenza per dire basta alla violenza sulle donne.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zerocalcare: “Da quando è uscito ‘Strappare lungo i bordi” la mia vita è invivibile. La questione del romanesco è ridicola”

next