È in corso un’indagine in Sudafrica dopo che quattro bambini sono morti – a distanza di una settimana – dopo aver mangiato dei noodles istantanei acquistati in un minimarket. La polizia vuole capire se le morti siano collegate e, soprattutto, cosa sia stato a provocarle. I due episodi sono avvenuti uno a Eastern Cape e l’altro a Mpumalanga: l’uno risale all’8 novembre scorso, l’altro invece è avvenuto il 17 novembre.

Nel primo caso, due cugini di 11 e 7 anni, Sinothando e Olwam Ngwendu, si sono sentiti male dopo aver mangiato dei noodles comprati mentre facevano visita ai nonni: trasportati d’urgenza in ospedale, sono deceduti nel giro di poche ore. Poi lo stesso copione si è verificato con i due fratelli Keamogetswe e Thato Makofane, di 13 e 9 anni: anche loro hanno mangiato i noodles e subito dopo hanno accusato forti dolori allo stomaco. La corsa in ospedale e quindi il decesso. Gli inquirenti sono in attesa dell’esito delle autopsie per accertare quanto accaduto e, eventualmente, procedere al ritiro dal mercato dell’alimento incriminato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

WWE, Seth Rollins aggredito da un fan in diretta al Raw: “Sono rimasto shockato e terrorizzato”. Arrestato, si è giustificato così

next
Articolo Successivo

Mamma di 22 figli si prepara a spendere 5 mila sterline per i regali di Natale: “Non siamo affatto ricchi, ecco con cosa ci manteniamo”

next