No, non parlo italiano. Parlo con l’accento italiano del film House of Gucci”. Così diceva solo un giorno fa Lady Gaga smentendo i complimenti di Fabio Fazio durante la sua ospitata in diretta nello studio di Che Tempo Che Fa. Ora però è proprio la dialogue coach dell’attesissima pellicola con la popstar nei panni della protagonista a rivelare che, in realtà, Lady Gaga non ha nemmeno l’accento italiano. “Mi dispiace dirlo, ma quello di Lady Gaga non è esattamente un accento italiano, sembra più russo“, ha dichiarato Francesca De Martini in un’intervista al Daily Beast confidando che è stata Salma Hayek – anche lei tra le protagoniste del film – a chiedere alla produzione di assumere un dialogue coach dopo aver sentito la collega recitare sul set. “Credo abbia intuito che il suo accento non era quello giusto, era preoccupata di sbagliare anche lei”, ha spiegato ancora De Martini.

Subito ha quindi capito che l’accento di Lady Gaga era effettivamente scorretto: “Avevo gli auricolari per sentire Salma, e in quel momento ho potuto ascoltare anche Gaga“. Dal canto suo, “miss” Germanotta aveva spiegato a British Vogue, in occasione del lancio del film, che “ho iniziato dal dialetto di Vignola, poi sono passata a studiare cadenze più consone per l’alta società appartenente a città come Milano e Firenze di cui faceva parte. Si sente che il mio accento varia a seconda della persona con cui Patrizia sta parlando”. Il riferimento è al personaggio da lei interpretato in House of Gucci, quello di Patrizia Reggiani, la moglie e mandante dell’omicidio di Maurizio Gucci. La pellicola uscirà al cinema il 16 dicembre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Peptidi biomimetici, cosa sono e perché aiutano a curare l’invecchiamento cutaneo. La dottoressa Romano: “Ma occorrono test di efficacia”

next
Articolo Successivo

“Possibile presenza di pezzi di plastica nel pandoro”: ritirato un lotto Melegatti

next