Delimobil, società di car sharing attiva in Russia, rinvia la quotazione a Wall Street. “Nonostante l’elevato interesse raccolto tra importanti investitori, la società ha deciso di non procedere all’offerta a causa delle condizioni del mercato“, viene spiegato in una nota. In questi giorni gli indici di New York hanno ripetutamente aggiornato i loro record storici e la stagione delle trimestrali procede con risultati complessivi più che soddisfacenti.

Delimobil, che ha sede in Lussemburgo, è stata fondata dall’imprenditore italiano Vincenzo Trani e ha nel consiglio l’ex premier e leader di Italia Viva Matteo Renzi. “E’ importante fare le scelte giuste”, ha detto ieri Trani a New York. Secondo l’agenzia russa Interfax, Delimobil potrebbe tornare a considerare la quotazione a inizio del prossimo anno. Il mese scorso la società aveva indicato di volere raccogliere con il collocamento in borsa almeno 240 milioni di dollari (207 milioni di euro) sulla base di una valorizzazione dell’intero gruppo di oltre 900 milioni. La retromarcia è stata annunciata mentre Renzi si trova già a New York dove avrebbe dovuto presenziare al debutto della società a Wall Street. La quota da collocare era stata indicata intorno al 40%.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mps, sorprendono gli utili del terzo trimestre (186 milioni di euro). L’a.d. Bastianini: “Aumento di capitale non quantificabile”

next
Articolo Successivo

Autobrennero, assist del governo alle province di Trento e Bolzano: avranno la prelazione sulle future concessioni

next