Romano Floriani Mussolini è stato convocato dal tecnico della Lazio, Maurizio Sarri, per la sfida sul campo dell’Hellas Verona, gara valida per la nona giornata di Serie A. Per il 18enne, pronipote del Duce e figlio di Alessandra Mussolini, si tratta della prima convocazione in prima squadra per una partita di campionato. L’allenatore biancoceleste lo ha scelto per via delle assenze contemporanee in difesa di Francesco Acerbi e Luiz Felipe, entrambi squalificati.

Romano, che gra i suoi numerosi secondi nomi ha anche Benito, e nella vita ha scelto di portare entrambi i cognomi: quella del padre Mauro Floriani e appunto della madre Alessandra, è stato aggregato alla Lazio Primavera solo lo scorso febbraio. Prima fatto la trafila nelle categorie inferiori: viene dall’Under 18 allenata da Tommaso Rocchi. Mussolini per la Lazio è un cognome pesante. La Curva Nord, tra saluti romani e motti razzisti, non perde occasione per rivendicare la sua tradizione fascista. L’ultimo episodio riguarda il falconiere sospeso dal club per aver fatto proprio il saluto romano all’indirizzo degli ultras.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ti ricordi…Carlos Alberto Bianchezi, il Careca III dell’Atalanta: un attaccante per caso

next
Articolo Successivo

Inter-Juventus, spareggio con soli sconfitti: le due favorite già fuori dalla corsa scudetto?

next