È cominciato lo sgombero dei manifestanti che stazionano davanti al Varco 4 del porto di Trieste, dove venerdì mattina il Coordinamento lavoratori portuali ha avviato una protesta contro l’obbligo del green pass per l’accesso al lavoro (poi presa in mano dai gruppi che si oppongono al certificato verde). Stamattina alcuni mezzi della polizia sono giunti al presidio. I manifestanti li attendevano dall’altro lato del Varco lungo la strada, seduti a terra intonando “La gente come noi non molla mai” e “Libertà”. I poliziotti sono scesi dai mezzi in tenuta antisommossa, un funzionario li ha più volte invitati a disperdersi “in nome della legge” poi sono stati azionati gli idranti

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cade in vasca di depurazione per recuperare la palla: morto affogato 14enne di Castellanza

next
Articolo Successivo

Porto di Trieste, polizia sgombera con cariche, lacrimogeni e idranti: No Green Pass fuori dal varco. Salvini e Meloni: “Lavoratori pacifici”

next