Da Bolzano a Linosa, dal Trentino alla Sicilia per pulire il territorio italiano. Il 18 e 19 settembre scorsi, in occasione del World Cleanup Day, più di 100 mila volontari, coordinati da Let’s do it! Italy, si sono impegnati in più di 1.000 luoghi per raccogliere plastica e altri rifiuti da piazze, spiagge e parchi e riserve naturali. Le attività proseguiranno il prossimo fine settimana, il 26 settembre, con l’appuntamento storico di Legambiente, “Puliamo il Mondo”.

L’iniziativa ha coinvolto le maggiori città italiane – Torino, Milano, Roma, Napoli, Bari, Palermo – ma anche comuni medio o piccoli. Dall’indifferenziato alla plastica, agli ingombranti, fino alle odiose cicche di sigarette: sono stati migliaia i sacchi riempiti, con dati in continuo aggiornamento in vista del report finale. Oltre alla tradizionale collezione dei rifiuti, prossimamente sono previsti anche altri appuntamenti, come la sfilata – in collaborazione con Vitaru – di abiti realizzati con materiale da riciclo e refashion che si terrà a Milano domenica 26 settembre, in concomitanza con la Fashion Week.

“Questa due giorni di attività ci ha riempito gli occhi di bellezza” ha dichiarato il presidente dell’associazione, Vincenzo Capasso, esprimendo ammirazione per chi si impegna per colmare le lacune e l’incuria “frutto della cattiva amministrazione, ma soprattutto dell’inciviltà“. L’entusiasmo è però mediato dalla consapevolezza di dover continuare la battaglia: “Questo contributo sta a significare che il messaggio di sostenibilità, di riappropriazione del nostro pianeta, dei luoghi in cui viviamo sta passando. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno – conclude poi -Quelli appena trascorsi sono stati giorni estenuanti, ma non ci fermiamo qui. Il World Cleanup Day non è una giornata fine a sé stessa, bensì un punto di partenza. Da qui dobbiamo ripartire. Dobbiamo agire tutti assieme per cambiare le cose“. Il 2021 dovrebbe infatti essere, secondo le istituzioni, l’anno dell’Ambizione climatica.

Come nelle passate edizioni la giornata di pulizia di Let’s do it! Italy ha ricevuto il patrocinio del ministero della Transizione ecologica e quest’anno riceve anche del Programma All4Climate – Italy 2021, gestito dallo stesso ministero. Tanti anche i gruppi di cittadini e le aziende che hanno partecipato e parteciperanno il prossimo weekend anche attraverso attività di sensibilizzazione o donazioni di materiali, come i 10 mila guanti di Spontex Italia, o ancora Decathlon Italia, Johnson & Johnson Medical Italia, Axa, Banana Beauty, Allianz Partners, Euler Hermes, weDo/.

Per gli appuntamenti del prossimo weekend: www.puliamoilmondo.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Contro maxi bollette e delocalizzazioni inquinanti, l’Europa ha un ottimo strumento

next
Articolo Successivo

Dalla Toscana all’Onu: il boom del Biodistretto Valdera. Olio, frutta, vino: ecco come funziona. “E ora una cittadella con market e laboratori”

next