La lava fuoriuscita dal vulcano Cumbre Vieja nell’isola di La Palma, alle Canarie, sta travolgendo case e centinaia di ettari di vegetazione. Le forze dell’ordine e i soccorritori sono al lavoro per portare in salvo persone e animali, mettendo in sicurezza l’intera zona. Finora sono state evacuate 5 mila persone e l’allerta è ancora massima. La Guardia Civil spagnola ha comunicato che nelle prossime ore si potrebbe arrivare a 10.000 sfollati.

Le autorità hanno chiesto di non avvicinarsi alla zona dell’eruzione, chiedendo alla popolazione delle zone a rischio di La Palma di proteggersi dalla cenere e di chiudersi in casa nel caso ne cadesse nelle vicinanze. Finora la lava ha seppellito diverse infrastrutture in zone situate in località circostanti, tra cui case, diverse strade e almeno una scuola. Ancora non è chiaro per quanto tempo si prolungherà l’eruzione, ma vulcanologi e tecnici hanno già fornito diverse indicazioni su quanto sta avvenendo: mentre dal Cumbre Vieja continua la fuoriuscita di materiale vulcanico, la lava, che ha raggiunto una temperatura di circa 1.100 gradi, sta avanzando a una velocità di circa 700 metri all’ora lungo il suo versante occidentale, scendendo verso la costa. Quando arriverà al mare, ci potrebbero essere “esplosioni” e una “pioggia acida”, secondo quanto detto dal geologo José Mangas alla Efe.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Ue: “Elezioni in Russia si sono svolte in un’atmosfera di intimidazioni contro ogni voce indipendente”

next