La nazionale italiana femminile di volley è campione d’Europa. Le azzurre hanno superato in finale le padrone di casa della Serbia per 3-1 nella partita disputata a Belgrado. Questi i parziali: 24-26, 25-22, 25-19, 25-11. L’Italia torna sul gradino più alto del podio a 12 anni dall’ultimo trionfo e dall’ultima finale continentale disputata.

Un riscatto vero e proprio per la squadra allenata da Davide Mazzanti che solo un mese fa è stata eliminata dalle Olimpiadi di Tokyo proprio dalla Serbia con un tre a zero secco. Sono passati trenta giorni e le azzurre delle promesse hanno dimostrato tutta la loro potenza e determinazione. La finale è iniziata sul filo del rasoio con le avversarie che hanno conquistato il primo set 26 a 24. Ma l’Italia è riuscita a non perdere la concentrazione e, restando aggrappata punto su punto, ha conquistato i successivi due set. Fino ad arrivare alla vittoria con un set dove le serbe non sono mai riuscite a rientrare in partita.

Il premio di miglior giocatrice del torneo è andato all’opposta Paola Egonu, sempre determinante in tutte le fasi della partita. Ma non è stata la sola: la capitana Miriam Sylla ha letteralmente trascinato le compagne nei momenti di maggiore difficoltà. Ottima prestazione anche per uno dei talenti più giovani della formazione: Elena Pietrini. A fare la differenza anche le due centrali Anna Danesi e Cristina Chirichella e l’esperienza del libero Monica De Gennaro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paralimpiadi 2021, tripletta storica nei 100 metri per l’Italia: oro per Ambra Sabatini. Jacobs: “Grazie per avermi fatto emozionare”

next