Forse, e sottolineiamo forse, l’Aston Martin di James Bond è stata ritrovata dopo quasi 25 anni. No, non è la trama di un nuovo episodio di 007. La notizia, riportata tra gli altri dal Daily Mail, ha dell’incredibile. Siamo a Boca Raton, in Florida. È il giugno del 1997 e dei malviventi si introducono in un hangar privato dell’aeroporto e rubano la DB5 utilizzata da Sean Connery nel film “Goldfinger”.

All’epoca, la vettura era stata assicurata per 4.2 milioni di dollari, oggi ne vale 15. Ma soprattutto si troverebbe in Medio Oriente: nella fattispecie è Christopher Marinello, responsabile dell’Art Recovery International – una società privata che fornisce servizi di recupero di beni rubati – ad aver condotto un’inchiesta al riguardo. Ha scoperto che l’automobile si trova in un paese del Golfo Persico. Presumibilmente a Dubai e fa parte di una collezione privata. I numeri di telaio sembrano coincidere. Sarà proprio quella la storica vettura dotata di gadget speciali e armi nascoste che tanto ha fatto sognare i fan di James Bond?

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Per la Ca’ Moro tutta Livorno si mobilita: ecco cosa si può fare (online) per continuare a raccontare questa bella storia

next
Articolo Successivo

Paolo Ciavarro e Clizia Incorvaia confermano: saranno genitori. Ecco il “toto nomi”

next