“Il report dell’Onu sul riscaldamento globale ci dice che alcuni cambiamenti sono già irreversibili, come l’innalzamento del livello del mare”. Così Mario Tozzi, geologo e divulgatore scientifico sul report uscito ieri da parte dell’Intergovernmental Panel on Climate Change sul riscaldamento globale che potrebbe vedere l’innalzamento della temperatura terrestre di due gradi nei prossimi dieci anni. “Purtroppo nessuno vuole fare niente – continua Tozzi – perché se si volesse fare qualcosa si smetterebbe di sovvenzionare la ricerca e l’estrazione degli idrocarburi che sono i principali responsabili dell’innalzamento della temperatura. Il problema non è il cambiamento climatico in sé, è l’accelerazione anomala a cui si sta assistendo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giornata mondiale del leone, WWf: “Ecco le 10 cose da sapere sul re della savana”

next
Articolo Successivo

Clima, impossibile puntare alla crescita infinita in un mondo finito. Ma non per il negazionismo neoliberista

next