L’introduzione del green pass per tornare in presenza negli atenei “potrebbe aiutare”. A dirlo è stata Maria Cristina Messa, ministra dell’Università e della Ricerca, a margine dell’inaugurazione del Chemistry Interdisciplinary Project (ChIP), il nuovo padiglione destinato alla chimica dell’Università degli studi di Camerino. “Raccomando e sollecito tutto il mondo universitario e i giovani, a riprendere in presenza le lezioni – ha detto – Garantire la presenza vuol dire anche garantire la sicurezza e l’unica strada che abbiamo oggi è il vaccino“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riforma Cartabia, Morra: “Con nuova norma avremo giustizia di classe. Resteranno impuniti i privilegiati”

next
Articolo Successivo

Jesi, la consigliera sventola la bandiera della Repubblica di Salò in diretta Zoom. La denuncia del comitato: “Un reato, ora provvedimenti”

next