Sono molti i tweet che mostrano la devastazione provocata dall’acqua del piccolo fiume Inde, che scorre per una cinquantina di chilometri tra Belgio e Germania. Dopo le violente precipitazioni delle scorse ore, il fiume, deviato anni fa per favorire l’attività estrattiva di carbone, è esondato, sommergendo l’ara della miniera. In rete sono molti i commenti che sottolineano le storture dell’azione dell’uomo: “Qualcuno aveva creato un ruscello per il carbone. Apparentemente all’acqua non interessa”. E, ancora: “Nel 2005 l’Inde è stato deviato per la miniera a cielo aperto. La natura si cura da sola. Fine della storia, niente da aggiungere”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alluvioni in Germania, la cancelliera Angela Merkel: “Il mio pensiero va a tutti quelli che hanno perso i loro cari”

next
Articolo Successivo

Alluvione in Germania, alcuni abitanti salvano un vigile del fuoco trascinato dalla furia dell’acqua (video)

next