Francia all’inferno, Svizzera in paradiso. L’eliminazione dei transalpini, campioni del mondo e da molti considerata la favorita per Euro2020, è arrivata solo ai calci di rigori con l’errore fatale dagli undici metri di Mbappè. Errore del campione francese ma merito soprattutto di Sommer, il portiere svizzero che ha respinto col guanto destro il tiro dell’attaccante parigino. Cose che possono accadere nella lotteria dei rigori ma l’eroe della serata, Yann Sommer, nasconde un segreto che avrebbe favorito la parata e, dunque, l’impresa elvetica.

Durante gli allenamenti il portiere svizzero è stato visto con gli occhiali da sole. Una moda del momento o l’ennesima stravaganza dei calciatori? No, in questo caso ci sarebbe in ballo la scienza. Le foto in cui Sommer respinge palloni durante gli allenamenti con gli occhiali da sole sono diventate subito virale sui social e sul web. Metodo insolito ma vissuto come una consuetudine dalla squadra allenata da Pektovic.

Non semplici occhiali da sole perché si tratta di un prodotto ideato da un’azienda giapponese che avrebbe la capacità di sviluppare la vista, di conseguenza riflessi e doti atletiche. Come riferisce SkySport si chiamano “Strobe Glasses” ma alcuni li definiscono “occhiali intelligenti”: stimolano il bulbo oculare e i muscoli dell’occhio, prevenendo così la degenerazione della cornea.

Come funziona nel dettaglio? Una serie di stimoli arriva dagli occhiali all’occhio, le lenti emettono luci lampeggianti “rendendo ciechi ad intermittenza per stimolare i muscoli del bulbo oculare e velocizzare i movimenti, a quelle che riproducono l’effetto ‘slow-motion’, per allenare la capacità di reazione. Basta indossarli per 15 minuti ogni due o tre giorni per un periodo di 2-3 mesi e, parola dell’azienda produttrice, si ottengono risultati notevoli, con un incremento del 10% della capacità visiva.” Contro la Francia gli effetti si sono visti, Sommer stupirà ancora?

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jamie Lynn, la sorella di Britney Spears rompe il silenzio: “Ecco perché non ho parlato prima”

next
Articolo Successivo

Franco Berrino a FqMagazine: “Con il Covid abbiamo assistito a quello che è la medicina oggi: tecnologia. Manca la dimensione spirituale”

next