FQChart è la media aritmetica settimanale dei sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani in esclusiva per Il Fatto Quotidiano. Concorrono alla media tutti i sondaggi pubblicati dai maggiori istituti demoscopici nella settimana appena conclusa.

Settimana dal 21/6 al 27/6/2021

L’imprevista lotta a tre per il primo posto tra i partiti italiani è resa ancora più interessante questa settimana da una singolare combinazione: ciascuno dei contendenti è indicato come primo da almeno uno dei sei sondaggi settimanali analizzati.

Il Partito democratico infatti è il primo partito per Bidimedia col 20,3%, Fratelli d’Italia è primo per Tecnè (20,5%) e Demopolis (21%), la Lega al comando per tutti gli altri.

Per quanto riguarda la nostra media generale, Lega perde ancora mezzo punto e si assesta al 20,5%, seguito dal partito di Giorgia Meloni col 19,9% (+0,5) e dal Pd 19,2% (-0,2): troppo vicini per determinare chi è realmente primo, anche se apparentemente quello Democratico appare il partito meno forte dei tre (il 17,6% di Emg e il 18,6% di Swg non sono certo esaltanti).

Flette ancora il M5s, quarto al 16,2% (-0,3), un partito che da troppo tempo ormai sta cercando la quadra e tuttavia non è molto lontano dal vertice (solo 4 punti dalla Lega).

Rimangono più o meno stabili tutti gli altri partiti, con la formazione MdP/Sinistra Italiana che sfiorerebbe il 4% se rimanesse tale alle prossime elezioni politiche.

(Istituti considerati: Bidimedia, Demopolis, Ipsos, Swg, Tecnè, Emg)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

M5s, Letta: “Guardiamo con grande rispetto al dibattito interno, ascolteremo con attenzione quello che dirà Conte”

next