“Caro Giangavino te ne sei andato in punta dei piedi“. Con queste parole Gianluigi Nuzzi ha annunciato su Instagram la morte del giornalsita Giangavino Sulas, nella mattinata di oggi 25 giugno. Il conduttore di Rete 4 ha poi continuato: “Uomo gentile, cronista di altri tempi, senza mai rinunciare a esprimere le tue idee, talvolta in solitudine. Questo nostro mestiere significa anche ironia, autoironia sulla commedia della vita e tu ne sei maestro. E per questo non uso il verbo al passato perché le tue lezioni rimarranno sempre. Grazie”.

Ospite di diverse trasmissioni televisive, in particolare proprio di Quarto Grado, Giangavino Sulas ha combattuto fino all’ultimo. Stando a quanto riportato da Il Giorno, infatti, il giornalista 78enne era ricoverato in ospedale già da giorni. Per tutta la vita ha svolto il mestiere di cronista con passione e dedizione e i telespettatori lo ricordano con affetto sui social: “Purtroppo si vedeva negli ultimi interventi che non stava bene! Nonostante ciò ha sempre detto la sua fino alla fine con grande passione ed ardore! Un gran dispiacere questa notizia”, si legge tra i tanti messaggi di cordoglio. E ancora: “Avevo capito che stava combattendo. Persona discreta e perbene”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Gianluigi Nuzzi (@gianluigi.nuzzi)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

La Repubblica tradita

di Giovanni Valentini 12€ Acquista
Articolo Precedente

Ddl Zan, Alessandra Mussolini prosegue la sua campagna a favore e veste arcobaleno (LE FOTO)

next
Articolo Successivo

Max Biaggi: “Il bacio con Naomi Campbell? Ecco la verità. Valentino Rossi se mi vede non mi saluta”

next