La puntata di Ore 14 andata in onda su RaiDue oggi 14 giugno si apre con il caso Denise Pipitone. “L’annuncio della dottoressa Angioni (Denise è viva, sposata e mamma, ndr) noi lo conoscevamo da mercoledì scorso, quando ci ha inoltrato questi messaggi rivolti al sottoscritto e all’avvocato Frazzitta”. A parlare è il conduttore, Milo Infante, che aggiunge: “Abbiamo fatto delle verifiche… non so se possiamo mostrare l’immagine molto suggestiva e che rappresenta una famiglia: madre, padre e bambina piccola”. Ecco la foto sul led. Ancora Infante: “Devo dire che questa bambina ha una somiglianza straordinaria con la piccola Denise. Questa a destra, secondo la fonte, sarebbe Denise e quello il marito”. Successivamente lo stesso conduttore ha spiegato: “Bisogna stare attenti a persone che creano depistaggi. Le verifiche che abbiamo fatto noi non portano a Denise ma vi assicuro che la bambina è molto somigliante. Però continuate a mandare le segnalazioni, senza finire nelle mani dei peracottari”.

La puntata è proseguita con gli interventi degli ospiti su questo caso (e su quello dei bambini uccisi ieri 13 giugno ad Ardea, vicino a Roma, ndr). Il conduttore ha concluso leggendo le parole di Piera Maggio e dell’avvocato Giacomo Frazzitta: “Invitiamo tutti – giornalisti, magistrati o avvocati – alla massima cautela nel momento in cui si diffondono notizie che possono essere infondate o contenenti elementi non riscontrati o non riscontrabili e che possono costituire un ostacolo al lavoro della Procura di Marsala”, riporta una nota dell’Ansa.

E ancora: “Non vediamo tuttavia la necessità di fornire informazioni particolarmente dettagliate, frutto o meno delle indicazioni di un mitomane o che dovessero anche risultare fondate, perché ancora al vaglio della magistratura. Anche perché provenienti da un magistrato che nella sua funzione potrebbe avere un canale privilegiato con i suoi colleghi“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oggi è un altro giorno, il fratello di Anna Falchi: “Mi hanno offerto 40 milioni ma non ho rivelato il suo segreto”

next
Articolo Successivo

Matteo Martari a FqMagazine: “Se sono innamorato? Dicessi ‘no comment’ sarebbe scappare dalla realtà dei fatti”

next