“L’Italia rimane al fianco della Libia e conferma il suo convinto impegno per il consolidamento della pace e della sicurezza. Ribadiamo la nostra determinazione a collaborare con l’autorità esecutiva unificata ad interim e a sostenerla nelle prossime decisive fasi della transizione istituzionale”. Queste le parole del presidente del Consiglio, Mario Draghi, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi col Primo ministro libico Abdulhamid Dbeibah. “L’Italia è determinata a continuare ad aiutare la Libia insieme ai partner internazionali – ha affermato Draghi – ricordando come nell’ultimo consiglio Europeo abbia avanzato “la richiesta di affrontare il tema immigrazione”. I temi “migratori e umanitari”, ha aggiunto, “rappresentano una priorità per la Libia e per l’Italia. Abbiamo preso in esame il controllo delle frontiere libiche, anche meridionali, il contrasto al traffico di esseri umani, l’assistenza ai rifugiati, i corridoi umanitari, e lo sviluppo delle comunità rurali. L’Italia intende continuare a finanziare i rimpatri volontari assistiti e le evacuazioni umanitarie dalla Libia. Ritengo sia interesse anche libico assicurare il pieno rispetto dei diritti di rifugiati e migranti. L’Italia continuerà a fare la sua parte in termini di risorse e capacità formative, ma serve un’azione dell’Ue determinata e rapida

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calabria, Nicola Irto ritira la sua candidatura a governatore e scatena la polemica nel Pd: “Nel partito stallo e troppi tatticismi”

next
Articolo Successivo

Caso Uggetti, l’ex sindaco di Lodi attacca il Fatto Quotidiano ma non spiega i verbali

next