Dopo il gruppo di lavoro sul piano di ripresa e resilienza, il ministro per la Pubblica amministrazione Renato Brunetta ha nominato anche un Comitato consultivo per la transizione amministrativa per supportare le trasformazioni organizzative nella pa. Una sorta di “advisory board” composto da ventuno esperti e rappresentanti di amministrazioni centrali e locali, autorità indipendenti, grandi aziende, associazioni del mondo imprenditoriale. Il Comitato sosterrà il ministro nel monitorare la semplificazione dei processi legati alla digitalizzazione e alla complessiva riforma della pa, tassello cruciale per attuare il Piano nazionale di ripresa e resilienza.

I componenti sono Piero Antonelli, direttore generale dell’Upi, Laura Aria, commissario dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AgCom), Paolo Calcagnini, vice direttore generale di Cassa depositi e prestiti, Vincenzo Caridi, direttore Direzione centrale Tecnologia, informatica e innovazione dell’Inps, Ernesto Ciorra, direttore Funzione Innovazione e Sostenibilità di Enel, Giordano Colarullo, direttore generale di Utilitalia, Silvia Giacomelli, capo Divisione Economia e diritto della Banca D’Italia, Alessia Grillo, segretario generale della Conferenza delle Regioni, Vanni Le Donne, capo divisione Sviluppo organizzativo della Banca D’Italia, Riccardo Maltoni, direttore organizzazione di Poste Italiane, Maria Vittoria Marongiu, direttore generale dell’Aran, Marcello Minenna, direttore generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, Federico Monaco, direttore generale Servizi fiscali dell’Agenzia delle Entrate, Veronica Nicotra, segretario generale dell’Anci, Daria Perrotta, presidenza del Consiglio dei ministri, Filippo Romano, dirigente Ufficio Vigilanza e vigilanze speciali dell’Anac, Raffaella Saporito, Sda Bocconi; Stefano Stinchi, direttore Divisione Pubblica amministrazione di Microsoft Italia, Stefano Tomasini, direttore Sistemi informativi dell’Inail, Gianfranco Torriero, vice direttore generale di Abi, e Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Travaglio: “Caso Fedez non esisterebbe in un Paese normale, dove Tv di Stato è dei cittadini”. Gruber: “Musica per le mie orecchie”

next
Articolo Successivo

M5s, tra Casaleggio e Giuseppe Conte non ho dubbi: scelgo chi ha dimostrato le sue qualità

next