“Sono completamente d’accordo con quanto ha detto Fedez, ha il diritto di dire quello che vuole”. Così Lucia Annunziata, nel corso della sua trasmissione Mezz’ora in più in onda su Rai3 ha preso le difese del rapper che ieri è stato protagonista del palco del Concertone del Primo maggio con un intervento pro ddl Zan e contro l’ostruzionismo leghista. Il cantante ha anche accusato i vertici Rai di avergli chiesto di “edulcorare” i contenuti del suo intervento, che poi è andato per in onda in versione integrale.

“Per quanto riguarda l’intervento della Rai abbiamo già avuto diverse posizioni, come quella di Enrico Letta – ha spiegato in studio la Annunziata – E le scuse sono arrivate da parte di Salini, l’amministratore delegato della Rai”. “Ma questo basta o non basta a chiudere la questione? – chiede la giornalista – Non basta. La Rai è sotto attacco spesso per essere una Rai che fa degli interventi non appropriati”, continua Annunziata che quindi legge il comunicato dell’Usigrai, dicendosi totalmente d’accordo. “Nella Rai non può esistere un sistema a cui adeguarsi, nella Rai servizio pubblico ci si deve adeguare solo ai valori della Costituzione”, specifica allineandosi alla posizione del sindacato interno. Poi conclude: “E penso anche io che quando si parla di ‘opportunità’ si va vicini a una censura, bisogna parlarne. La Rai deve aprire una discussione e avere un rapporto più chiaro con l’editore che, vi ricordiamo, è direttamente lo Stato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Fedez, caos in Rai: la caduta libera che nessuno riesce a frenare. Inizia la giostra dello scaricabarile, Di Mare e la vice Capitani a rischio

next
Articolo Successivo

Caso Fedez, l’audio integrale della telefonata al rapper. L’imbarazzo di Rai e organizzatori: nessuno si vuole prendere la responsabilità

next