Sono partiti oggi i primi passeggeri diretti verso i Paesi Ue per le vacanze di Pasqua. I viaggiatori, come prevede l’ultima ordinanza, dovranno effettuare un tampone all’andata e uno al ritorno e quarantena di 5 giorni al rientro, con successivo tampone al termine dell’isolamento. “Stiamo partendo per le Canarie. Staremo lì una settimana. Facciamo questo viaggio per evadere da questa situazione, per rilassarci un po’ e poi bisogna pur aiutare in qualche modo il turismo. Pur di partire, ci siamo quindi sottoposti volentieri all’iter da seguire secondo l’ordinanza del Ministero della Salute”, racconta Letizia, studentessa 23enne in partenza. “Vado con il mio ragazzo a Meteora, in Grecia. Lui è greco ed è da oltre un anno che non vede i suoi genitori. Abbiamo quindi pensato che poteva essere questa un’occasione per andare a trovarli”, spiega invece Marina, anche lei in attesa dell’imbarco. Ecco le testimonianze.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, record di nuovi casi in Puglia: 2.369 in un giorno. Lopalco: “Evitate le visite di Pasqua, può essere il preludio di una tragedia”

next
Articolo Successivo

Vaccini, caos prenotazioni in Veneto: il nuovo portale unico va in tilt al primo giorno

next