Sangue che cola dal viso e dalle braccia, dopo gli attacchi di un agguerritissimo pitone. Ecco cosa è accaduto a Nick Bishop, 32 anni, un appassionato di rettili che si è filmato mentre teneva in mano il serpente in quale, all’improvviso, lo ha morso nella zona oculare. Nonostante sia stato attaccato, ha cercato di scherzare dicendo agli spettatori: “Beh, potremmo chiamarlo ‘amore’ “.

Il videomaker ha spiegato di essere stato morso dal serpente dopo averlo catturato nel Parco nazionale delle Everglades, in Florida. Come riportato da il Sun, l’uomo ha dichiarato: “Sapevo che stava per colpire, è quello che fanno. Ma non avevo idea che stesse prendendo di mira la mia faccia fino a quando non era troppo tardi [..] sono fortunato, poteva andare molto peggio”.

Tuttavia, stando a quanto si legge sul sito ufficiale del National Geographic “i pitoni birmani non sono velenosi e sono comunemente tenuti come animali domestici perché sono più docili di altri grandi serpenti. Sono in grado di raggiungere i 7 metri o più di lunghezza e pesare fino a 90 chili”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bambino di 7 anni scala il Monte Kilimanjaro: “È il più giovane del mondo a realizzare l’impresa”. Il suo racconto

next
Articolo Successivo

La tempesta di neve in Colorado in meno di due minuti: così le strade vengono imbiancate. Il video in timelapse

next