“È stato abbastanza brutto non essere chiamati sul palco. Eravamo lì ad aspettare tre ore è arrivata una signora della Rai che ci ha portato questo premio di plastica… poteva essere fatto meglio, anche perché è un premio importante. Un premio con i nomi Lucio Dalla e Mia Martini doveva essere trattato meglio”. È questo lo sfogo di Colapesce Dimartino all’indomani della finale di Sanremo 2021 per il fatto di non essere stati chiamati a salire sul palco per ritirare il premio intitolato a Lucio Dalla al termine della puntata.

A loro si associa anche Willie Peyote, vincitore del premio della critica intitolato a Mia Martini: “E’ stato brutto e triste, non che volessi salire sul palco, ma che ce lo consegnassero in una busta della spesa… non te lo godi proprio per niente”, dice il cantante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2021, il Vescovo tuona contro il Festival e Fiorello: “Non in mio nome. Troppe offese rivolte a nostro signore”

next
Articolo Successivo

Sanremo, le pagelle finali: Achille Lauro non classificato, Orietta Berti voto 10 soltanto per esserci stata

next