A pochi giorni dall’aggressione a Vittorio Brumotti, si è consumato un altro episodio di violenza nei confronti di un inviato di Striscia la notizia: si tratta di Rajae Bezzaz, aggredita in via Tiburtina a Roma con la sua troupe mentre stava filmando un nuovo capitolo (andato in onda nella puntata di ieri martedì 22 febbraio) dell’inchiesta sul blocco degli sfratti e morosità. Il Decreto Milleproroghe ha infatti prorogato il blocco degli sfratti fino al 30 giugno 2021. La misura era stata pensata per andare incontro a coloro che non riuscivano ad onorare il contratto d’affitto a causa della crisi economica dovuta al Covid. Tuttavia, qualcuno se ne sta approfittando.

È questo il caso di un cittadino che, nonostante gestisca diverse pizzerie, non sta pagando da più di un anno l’affitto. Esasperato da questa situazione, il proprietario dell’appartamento in zona San Basilio si è rivolto al programma di Canale 5, ma l’accoglienza riservata dall’inquilino moroso alla troupe Mediaset non è stata per nulla conciliante: “Inizialmente è scappato”, ha detto l’inviata della trasmissione. “Noi gli siamo stati dietro e poco dopo sono sbucati fuori due suoi amici: ci hanno sorpreso, hanno distrutto telecamera e microfono e tirato un pugno in faccia a un operatore”, ha concluso. La redazione del programma ha comunicato che verrà sporta denuncia per i danni subiti.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cristiano Ronaldo, il suo gatto investito a Torino: “Un mese e mezzo in terapia intensiva”

next