Dopo il fermo di Benno Neumair, il ragazzo accusato di aver ucciso i propri genitori, Laura Perselli e Peter Neumair, la coppia di Bolzano scomparsa il 4 gennaio, proseguono le ricerche dei due corpi lungo il fiume Adige. Secondo chi indaga, infatti, i corpi di moglie e marito sarebbero stati gettati nel corso d’acqua dallo stesso Benno. I vigili del fuoco, ieri, hanno simulato la caduta di un corpo a peso morto, utilizzando un manichino zavorrato, dal ponte di Vadena, all’altezza della discarica, per capire a quanti metri possa venire trasportato dalla corrente. Solo trovando i due corpi, infatti, si potrà “chiudere il caso”, secondo gli investigatori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Benno Neumair arrestato: è accusato di aver ucciso i suoi genitori a Bolzano. Il legale: “Non c’è stata alcuna confessione”

next
Articolo Successivo

Roberta Siragusa, il gip: “Il corpo dilaniato, immagini lasciano sgomenti”. Già ad agosto la foto con un occhio nero

next